Fratture dell'anca, il benessere migliore prevenzione

Ortopedia-trauma, Malattie e nutrizione

 - Fratture dell'anca, il benessere migliore prevenzione In Italia circa settanta mila persone ogni anno si fratturano l'anca. In larga parte si tratta di anziani, molto spesso in buona salute, ma inevitabilmente meno agili dei giovani e soprattutto con le ossa meno resistenti: una banale caduta si trasforma quindi spesso in un danno maggiore.

Un gruppo di ricercatori americani è riuscito a individuare alcune circostanze che molto spesso ricorrono in questi incidenti. Alcune sono così ricorrenti da essere definite dagli studiosi come veri fattori di rischio: chi ne conosce l'esistenza deve quindi contemplare la maggiore probabilità di fratture, operare delle serie precauzioni.

Tra i fattori più ricorrenti ci sono inevitabilmente l'età, ma anche il peso, la ridotta abitudine ad attività fisica (fattori che riducono l'agilità), l'uso di farmaci cortisonici (che favoriscono l'osteoporosi), e una salute un po' precaria.

Quest'ultimo dato è molto importante: il mantenimento di una salute buona, compatibilmente con l'età, è la prima garanzia di protezione da possibili infortuni e malattie. Un individuo che si prende cura di sé protegge le proprie difese naturali e allontana la probabilità di piccoli malanni che possono debilitare anche pesantemente l'organismo.

Spesso la trascuratezza alimentare è una fonte di maggiore instabilità della salute. Questo rischio va assolutamente prevenuto con una alimentazione corretta, ricorrendo senza indugio, se necessario, a integratori proteico / calorici (Fortimel, Nutridrink, Nutridrink Multi Fibre, Fortify complete).


Fonte: Robbins J et al: Factors associated with 5-year risk of hip fracture in postmenopausal women. Jama, 28 nov 2007.







Acquista i prodotti Nutricia

Entra nel mondo Nutricia e scoprirai i nostri prodotti e le nostre soluzioni nutrizionali.

Shop online

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE INFORMATO

Segli l'area di tuo interesse:

Registrazione avvenuta con successo, grazie per esserti registrato alla newsletter di Nutricia.it

Errore durante il tentativo di registrazione alla newsletter, ricaricare la pagina e riprovare.