PKUDay 2017 – Il 28 giugno si celebra la giornata mondiale della Fenilchetonuria

27/06/2017

Malattie rare, Malattie e nutrizione

27/06/2017 - PKUDay 2017 – Il 28 giugno si celebra la giornata mondiale della Fenilchetonuria

La giornata internazionale della Fenilchetonuria (PKU) viene celebrata il 28 giugno di ogni anno, in ricordo del giorno in cui nacquero il Dott. Bickel e il Dott. Guthrie.

Fu proprio il Professor Guthrie, nonno di una bambina affetta da Fenilchetonuria, a mettere a punto un procedimento per diagnosticare la PKU alla nascita, meglio conosciuto come test di Guthrie, muovendo così i primi passi verso uno screening su vasta scala.

Oggi lo screening si effettua a partire da un piccolo prelievo di sangue dal tallone del neonato e permette la diagnosi di oltre 40 diverse malattie metaboliche ereditarie.

La giornata internazionale della PKU è stata lanciata nell’anno 2013 dall'E.S.PKU, associazione che promuove questa ricorrenza chiamando a raccolta l’intera comunità internazionale per sensibilizzare e informare riguardo la Fenilchetonuria.

Nutricia, da sempre in prima linea nel campo delle malattie metaboliche ereditarie e in particolare al fianco dei pazienti PKU, ha lanciato il progetto Metaboliconnect, grazie al quale offre aiuto e sostegno alle persone con questa specifica patologia e ai loro familiari raccogliendo nella comunità presente su Facebook oltre 5.000 persone.

In occasione del PKUDay 2017 Nutricia promuove un’importante campagna Facebook per unirsi alla voce dell’E.S.PKU e a quella delle altre realtà di tutto il mondo, allo scopo di sostenere l’informazione e la sensibilizzazione attorno a questa rara malattia metabolica.

Acquista i prodotti Nutricia

Entra nel mondo Nutricia e scoprirai i nostri prodotti e le nostre soluzioni nutrizionali.

Shop online

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE INFORMATO

Segli l'area di tuo interesse:

Registrazione avvenuta con successo, grazie per esserti registrato alla newsletter di Nutricia.it

Errore durante il tentativo di registrazione alla newsletter, ricaricare la pagina e riprovare.