Quando la nutrizione enterale è necessaria

Malnutrizione, Malattie e nutrizione

 - Quando la nutrizione enterale è necessaria Le complicanze che possono insorgere legate all'attuazione di una via di accesso (stoma) per poter procedere alla nutrizione artificiale influiscono in maniera importante sull'accettazione della stessa stomia da parte del paziente e quindi ne condizionano l'effetto benefico.
Nell'ambito della nutrizione artificiale può capitare che insorgano complicanze più o meno importanti legate all'apertura della via di accesso, in particolare nel posizionamento della cosiddetta gastrostomia percutanea endoscopica (PEG).
La PEG è indicata per tutti i pazienti che hanno la necessità di una nutrizione enterale superiore a un mese (malattie neurologiche, malattie dismetaboliche, malattie neoplastiche, sclerodermia, condizioni post-chirurgiche, malattie infettive). La nutrizione enterale attraverso PEG porta a un notevole miglioramento nella qualità della vita del paziente, in quanto il soggetto può tornare a svolgere le attività che praticava prima della gastrostomia.
L'accettazione del proprio stoma da parte del paziente dipende prevalentemente dall'assenza di problemi cutanei. L'approccio multidisciplinare alla gestione delle vie di accesso per la nutrizione artificiale permette di prevenire tali complicanze e di assicurare una buona qualità di vita al paziente.







Acquista i prodotti Nutricia

Entra nel mondo Nutricia e scoprirai i nostri prodotti e le nostre soluzioni nutrizionali.

Shop online

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE INFORMATO

Segli l'area di tuo interesse:

Registrazione avvenuta con successo, grazie per esserti registrato alla newsletter di Nutricia.it

Errore durante il tentativo di registrazione alla newsletter, ricaricare la pagina e riprovare.