Disfagia

Cos'è la disfagia?

Si definisce disfagia qualsiasi difficoltà nella deglutizione.

La deglutizione è un atto fisiologico che consente il trasporto della saliva, di cibi solidi e liquidi dalla bocca allo stomaco. Una persona deglutisce in media più di mille volte al giorno per mangiare, bere o ingoiare la saliva.

Il disturbo può presentarsi come:

  • un semplice rallentamento nella progressione del cibo;
  • un fastidio;
  • l’impossibilità di compiere l’atto della deglutizione in maniera efficace.

Cause della disfagia

Nella maggior parte dei casi la disfagia è dovuta a patologie neurologiche come il Morbo di Parkinson, l'Alzheimer e altri disturbi neuromuscolari. Tuttavia, anche una percentuale di anziani senza le suddette patologie soffre di disfagia, a causa di un indebolimento della muscolatura della mascella e a problemi di dentizione.

Numerose altre condizioni compromettono la corretta deglutizione, quali:

  • post ictus;
  • condizioni oncologiche;
  • reflusso gastroesofageo;
  • faringiti;
  • interventi chirurgici che interessano l’apparato testa-collo.

Sintomi della disfagia: come riconoscerla

In genere durante il pasto si accusa:

  • senso di soffocamento e colorito cianotico;
  • tosse insistente;
  • difficoltà nei movimenti della lingua;
  • voce gorgogliante (come se ci fosse del liquido sulle corde vocali);
  • fuoriuscita di liquidi o cibo dal naso.

Nel lungo termine, quando non adeguatamente trattata, si può assistere a calo ponderale di peso, disidratazione e polmonite ab ingestis, comunemente chiamata anche polmonite da aspirazione (un’infezione dei polmoni provocata dall’ingresso di cibo o liquidi, inalati, nell’apparato polmonare).

Qualunque sia il sintomo individuato è importante riferirlo al più presto al proprio medico per un'accurata valutazione.

COME GESTIRE LA DISFAGIA

Consigli Nutrizionali

La disfagia rende necessarie alcune modifiche dietetiche e un’alimentazione specifica che dovrà:

  • garantire la sicurezza evitando l’aspirazione del cibo nelle vie respiratorie;
  • fornire adeguate quote nutrizionali per prevenire e/o correggere lo stato di malnutrizione /disidratazione;
  • proporre cibi invitanti, curati nella presentazione ed adeguati ai suoi gusti.

Il metodo più efficace e sicuro consiste nella modifica della consistenza di cibi e bevande tramite l’utilizzo di polveri addensanti dal gusto neutro o nell’utilizzo di prodotti già addensati a consistenza specifica. Per soddisfare i fabbisogni energetici, nutrizionali e di idratazione si può ricorrere ad integratori e supplementi nutrizionali.

Bisogna in ogni caso evitare:

  • alimenti a doppia consistenza (esempio: minestre in brodo, pastina in brodo, zuppa di latte);
  • alimenti filanti (esempio; formaggi cotti, mozzarella);
  • cibi da sbriciolamento o in pezzi (come le nocciole, i crackers, fette biscottate, i grissini);
  • alimenti che hanno pelle, lische o parti filacciose/fibrose.

La temperatura delle pietanze deve essere preferibilmente calda o fredda (dovrebbe essere lontana da quella corporea), mentre è necessario porre particolare attenzione ai bocconi, che devono essere piccoli, in modo da facilitare il più possibile la deglutizione.

Consigli comportamentali

Sono necessari alcuni accorgimenti che possono aiutare a rendere sicuro il momento del pasto, riducendo al minimo le difficoltà. Prima del pasto e durante la consumazione si consiglia di ricercare un ambiente tranquillo evitando la confusione. Il paziente disfagico dovrebbe mangiare da solo con il minor aiuto possibile da parte del familiare o di chi lo supporta, in modo tale da utilizzare le proprie abilità. Non dovrebbe fare conversazione o compiere altre azioni che distraggono la masticazione.

E’ necessario evitare di aiutarsi bevendo i liquidi per deglutire i solidi e dopo ogni pasto è bene effettuare la pulizia della bocca, dei denti e/o della protesi dentaria.

Altri accorgimenti posturali importanti, durante la consumazione del pasto:

  • la schiena deve essere dritta e possibilmente con le braccia ben appoggiate sopra al tavolo;
  • se vi è la necessità di imboccare il paziente, chi lo aiuta si deve porre di fronte a lui, seduto, cercando di avere il capo alla stessa altezza per evitare l’estensione verso l’alto;
  • il paziente ad ogni deglutizione deve flettere leggermente il capo verso l’avanti in modo da aiutare l’ingresso degli alimenti per poi consumarli con facilità.

Prodotti Nutricia consigliati

Nutilis Aqua gel

Nutilis Aqua gel

Bevanda a consistenza gelatinosa e scivolosità adeguata per favorire la deglutizione. Pronta all’uso, con proprietà di resistenza all’amilasi. Apporta il 98% di acqua, è senza zucchero, priva di glutine e di lattosio

Nutilis Clear

Nutilis Clear

Addensante istantaneo in polvere, indicato per bevande e liquidi, per problemi di deglutizione di qualsiasi origine.

Nutilis Complete Stage 1

Nutilis Complete Stage 1

Supplemento nutrizionale pronto per l’uso, pre-addensato, ipercalorico e nutrizionalmente completo.

Nutilis Fruit Stage 3

Nutilis Fruit Stage 3

Supplemento nutrizionale completo, pre-addensato con consistenza di budino, ricco di fibre e ad elevata concentrazione energetica (205 kcal per vasetto).

Nutilis Pasti

Nutilis Pasti

Gustosi pasti pronti, nutrizionalmente completi e modulabili in base alle esigenze di deglutizione e gusto del paziente.

Nutilis Powder

Nutilis Powder

Polvere addensante e insapore, con formula brevettata anti-amilasi, da aggiungersi a liquidi, semi-liquidi o pasti frullati.

Fortimel Creme

Fortimel Creme

Fortimel Creme è un supplemento nutrizionale iperproteico ed ipercalorico di consistenza cremosa, pronto per l’uso. E’ privo di glutine

Acquista i prodotti Nutricia

Entra nel mondo Nutricia e scoprirai i nostri prodotti e le nostre soluzioni nutrizionali.

Shop online